IX Edizione : il Progetto di una città Intervistato il Presidente dell’Associazione Orchestra da Camera di Pesaro Roberto Buldrighini

Il Presidente Roberto Buldrighini durante la cerimonia dei premiati dell'edizione 2010


Il Concorso Internazionale “Città di Pesaro” è giunto alla sua IX Edizione ed è divenuto un appuntamento culturale musicale importante della città.
Organizzato dall’associazione Orchestra da Camera di Pesaro, realtà associativa senza scopo di lucro che è attiva a Pesaro dal 1988, in questi anni ha portato a Pesaro più di un migliaio di giovani musicisti di ogni parte del mondo dall’Europa, al Giappone, alla Russia, alla Corea, alla Cina.
Buldrighini: Siamo giunti alla IX Edizione e possiamo dire che il livello artistico dei giovani interpreti, richiamati dalla grande tradizione musicale della città di Pesaro, ha elevato la fama del Concorso in tutto il mondo fino a far nascere forti legami artistici con scambi culturali con il Belgio, la Bulgaria, e ultimamente con Rostov on Don e Pechino. Il Concorso in questi anni si è svolto con la collaborazione del Conservatorio di Musica di Pesaro “G. Rossini” che ha riconosciuto in questa iniziativa una importanza primaria al fine di contribuire alla promozione della cultura musicale e sollecitare i giovani allo studio serio ed appassionato della Musica. Inoltre, la manifestazione contribuendo in modo significativo ad affiancare il nome della Città di Pesaro sempre più a quello della grande Musica ha ottenuto il Patrocinio della Regione Marche, della Provincia di Pesaro-Urbino e del Comune di Pesaro.
Il Concorso si svolgerà nella suggestiva cornice della Sala “Adele Bei” all’interno del Palazzo della Provincia di Pesaro e Urbino dal 5 al 12 maggio 2012. Le audizioni saranno aperte al pubblico e si terranno dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle 19.00 circa di ogni giorno.
Buldrighini: Il Concorso è molto più che un’iniziativa musicale, è un progetto:ha come priorità di valorizzare le nuove generazioni e investire sulla loro creatività, in un periodo critico come quello che stiamo attraversando dove certezze, valori, speranze sembrano sgretolarsi in una crisi globale che interessa tutti i settori. Il nostro obiettivo è di offrire uno spazio dove i Giovani Musicisti possano mettersi in “gioco”, confrontarsi tra le varie Scuole presenti a livello nazionale ed internazionale per ricercare nuovi stimoli di studio della Musica Classica e sentirsi incoraggiati ad intraprendere seriamente la carriera del concertismo e del professionismo.

This entry was posted in CIMP story. Bookmark the permalink.

Comments are closed.