Pesaro Liric Competition: al Teatro Rossini di Pesaro il 14 e 15 maggio 2019 il Rossini International del CIMP

 

La Sefb-palaciozione Canto Lirico del CIMP Concorso Internazionale Musicale Città di Pesaro si svolge il 14 e 15 maggio. La giuria è presieduta da Ernesto Palacio affiancato da cantanti e didatti quali Isaac Hurtado, Nicoletta Mantovani, Gian Luca Pasolini, Svetlana Sidorova De Sanghi, Ala Simoni, Karen Zohr.

La Sezione è suddivisa in 4 categorie:

B1: voci maschili fino ai 23 anni compiuti;

B2 : voci maschili fino ai 35 anni compiuti;

B3: voci femminili fino ai 23 anni compiuti;
B4 : voci femminili fino ai 35 anni compiuti.

vedi il bando versione Italiano e versione English .

Il programma del Concorso deve comprendere tre Arie d’Opera di cui una almeno in lingua italiana rispettando le durate massime previste dal regolamento : B1: 20 minuti; B2 : 30 minuti; B3: 20 minuti; B3 : 30 minuti).

Il Concorso offre la possibilità di arrivare alla Finale con l’esecuzione di un’aria di Gioachino Rossini.

Sono previste Borse di Studio e Premi per i vincitori assoluti di ogni categoria:

B1: Diploma, Coppa e Borsa di Studio di 300 €;
B2: Diploma, Coppa e Borsa di Studio di 500 €;
B3: Diploma, Coppa e Borsa di Studio di 300 €;
B4: Diploma, Coppa e Borsa di Studio di 500 €;

Durante il Concerto di Gala tra i vincitori assoluti di tutte le categorie in gara sarà assegnato il Premio Città di Pesaro XVI edizione. Il premio consiste in un’ Opera Artistica e Concerti Premio con una Borsa di Studio di 1.000.00 €.

Inoltre alla migliore Voce Lirica sarà assegnato dalla Fondazione Pavarotti il prestigioso Pesaro Pavarotti Grand Prix che consiste in un Diploma, una medaglia e una Borsa di Studio di 1.000.00 €. La Fondazione Pavarotti offrirà anche la partecipazione ad eventi lirici per l’anno 2020.

All’interno depezzopane_pagina_cimplla sezione di Canto Lirico da ormai 10 anni è presente il Premio Pezzopane, istituito in collaborazione con la Fondazione Pezzopane di Onna. Il Premio, intitolato a Susanna, giovanissima allieva di pianoforte e canto del Conservatorio di musica de L’Aquila, è scomparsa nel terremoto che colpì l’Abruzzo il 6 aprile 2009. Il Premio, istituito per volontà della famiglia consiste in un Diploma, una medaglia e una Borsa di Studio di 300 € per un Giovane Talento.

Fino al 4 maggio è possibile anche inviare un video e partecipare al contest on line #BRINGyourROSSINI che mette in palio una Residenza Artistica nella città di Pesaro ai Vincitori.

Presidente di giuria Ernesto Palacio

palacioHa studiato a Milano, e dopo aver vinto il primo premio al concorso “Voci nuove rossiniane”, organizzato dalla RAI nel 1972 è iniziata la sua brillante carriera di tenore di grazia che lo ha portato ad esibirsi nei più grandi teatri del mondo al fianco di grandi cantanti quali Sesto Bruscantini, Paolo Mon-tarsolo, Cecilia Fusco, Leo Nucci, Arturo Testa, Marilyn Horne,June An-derson, Samuel Ramey e direttori quali Peter Maag, Georges Prêtre. Ha eseguito oltre 40 incisioni discografiche. È direttore artistico del Rossini Opera Festival di Pesaro con decorrenza dal 2016.

Isaac Hurtado

hurtadoAcclamato dalla critica per i ritratti di Rodolfo in La Bohème, Pinkerton in Madama Butterfly, Edgardo in Lucia di Lammermoor, Werther in Werther, il Duca in Rigoletto, Tamino in Die Zauberflöte, Alfredo in La Traviata, e Roméo in Roméo et Juliette, Mr. Hurtado è “il pacchetto completo”. Recentemente, Mr. Hurtado è apparso come Don Jose in Carmen con Pine Mountain Music Festival (MI) e Utah Valley Symphony. Si è unito a Piemonte Opera (NC) e Opera Circle Cleveland come Pinkerton in Madama Butterfly e interpreta il ruolo di Belmonte in Die Entführung aus dem Serail con Opera North (NH). Ha anche suonato con ULTIMI 3 Tenors alle Hawaii, nell’Idaho, nello Utah, e Michigan. Tra gli altri momenti salienti della sua carriera ricordiamo il ruolo di Rodolfo in La Bohème con l’UtahOpera lirica, Harbour Country Opera (MI) e Sun Valley Opera (ID). Inoltre è apparso in tantissimi altri ruoli ottenendo sempre successo di pubblico e critica.

 

Nicoletta Mantovani

Vedovanicoletta-mantovani di Luciano Pavarotti nel 2009 è stata per pochi mesi assessore alla cultura del Comune di Bologna, sua città natale. Dopo diversi incarichi legati alla Cultura, tra i quali quello di assessore alla cooperazione e relazioni internazionali del Comune di Firenze, ha istituito una Fondazione dedicata al marito Luciano con l’obiettivo di mantenere viva la memoria del Maestro e di aiutare i giovani che aspirano alla lirica.

Gian Luca Pasolini

pasolinigianlu9Gian Luca Pasolini si esibisce regolarmente e collabora con alcune delle maggiori istituzioni Teatrali del mondo. Tra i ruoli del suo repertorio: Arturo (Puritani), Percy (Anna Bolena), Nemorino (L’elisir d’amore), Edgaro (Lucia di Lam-mermoor), Don Ottavio (Don Giovanni), Mitridate (Mitridate), Alfredo (La traviata), Duca (Rigoletto). In questi anni ha avuto già il piacere e l’on-ore di essere diretto da maestri come Daniele Abbado, Daniel Barenboim, Semyn Bychkov, Cristina Comencini, Myung Whun Chung, Paul Curran, Richard Jones, Jannis Kokkos, Zubin Mehta, Einuntas Necrosius, Ermanno Olmi, Kazushi Ono, Donato Renzetti, Emilio Sagi, Dmitri Tcherniakov, Michail Zaniecki, Alberto Zedda e tanti altri.

Svetlana Sidorova De Sanghi

svetlanaMezzosoprano, ha studiato Canto Lirico al Conservatorio di San Pietroburgo sua città natale. Dopo aver vinto numerosi concorsi internazionali , nel 1992 si è stabilita in Italia per seguire vari corsi di perfezionamento (Accademia Chigiana di Siena con C.Bergonzi, Accademia Lirica e Corale di Osimo con A.Tonini, M.Melani, S.Segalini,…e Accademia Rossiniana di Pesaro con A. Zedda). Successivamente ha studiato con Christa Ludwig, preparando alcuni importanti ruoli (Kundry, Carmen, Amneris, Eboli, Ortrud, Verdi-Requiem,Klytaemnestra…) Dal 1992 ha dato inizio alla sua carriera internazionale, esibendosi nei teatri di Bologna, Berlino, Brussels, Pesaro, Zurigo, Roma, Catania, Venezia, Cologna, Palermo, Palma di Mallorca, Granada,Mosca,Madrid, Genova,Firenze; nel Festival di Martina Franca, Rossini Opera Festival, Vlaandren Festival, Wiener Festwochen, Macao Festival, La Primavera musicale pietroburghese, Granada Festival, Barcellona Greec Teatro Festival, Tiroler Festspiele, Santander Festival..Ha tenuto numerosi recitals come esperta liederista. Nel 2008 è tornata nella sua sitta natale San Pietroburgo. Dove costantamente è presente nella Grande Sala Filamonica cantando Maler, Berg, Bach, Schubert, ecc. Gli ultimi anni si dedica ricerche nella didattica, insegnamento del canto nel colleggio del Conservatorio di San Pietroburgo (metodista), docente del Smolny institut.

Ala Simoni

ala-simoniSoprano di origine Georgiana vive in Italia dove svolge l’ attività didattica presso l’Accademia di Arte Lirica di Osimo e altre importanti Istituzioni teatrali. Vincitrice di vari concorsi in-ternazionali la sua carriera artistica si svolge principalmente in Europa, in Sud Africa, in Corea del Sud ed in Giappone. Tra le varie interpretazioni del suo ampio repertorio lirico spiccano le interpretazioni di Violetta, Lucia, Elettra, Donna Anna, Elvira, la Contessa e Susanna, Sifare, Amenaide, Vene-re, Fiordiligi, Cleopatra, Alcina, Mimì, Gilda. Vasto il repertorio sinfonico che comprende anche opere contemporanee che ha inciso per la Dinamic , la Pro Civitate Christiana Assisi , la RTSI Svizzera , la Papergraf Milano per La Scala.

Karen Zohr

983788_724808400922773_5107494142011387485_nLaureato in Canto Lirico al State Conservatory di Yerevan, in Armenia ha al suo attivo un’intensa attività concertistica. Premiato dal Ministero della Cultura nel 2012 ha partecipato a diversi prestigiosi concorsi internazionali aggiudicandosi il Grand Prix in Georgia, la medaglia d’oro in Bulgariae in Spagna, e moltissimi Primo Premio in concorsi in Italia. E’ invitato in giuria in concorsi di Canto Lirico in a in Grecia, Italia, Spagna, Ucraina, Georgia, Turkay, Bulgaria e naturalmente in Armenia Arttualmente è presidente dell’Associazione Internazionale “Tenore” e membro del Consiglio culturale di Stato dell’Armenia.


This entry was posted in CIMP story. Bookmark the permalink.

Comments are closed.